ATL Biellese Aci Sport Regione Piemonte Piemonte Sport
11° Rally della Lana Storico 2022
Provincia di Biella Città di Biella ACI di Biella

11° Rally della Lana Storico 2022

Regolarità Lana Storico: la “Media” a Keller, la “Sport” a Maiolo

Vivaci e combattute anche le due gare di regolarità abbinate al Rally Lana Storico che hanno visto al via cinquantotto equipaggi: venticinque nella gara a media valevole per il Campionato Italiano e trentatrè nella “sport” titolata per la North West Regularity Cup e per il Trofeo Tre Regioni.

MEDIA – La gara inizia con la sfida tra l’Alfa Romeo GTV6 di Salvatore Carbone ed Enrico Merenda e la Porsche 911 di Paolo Marcattilj e Francesco Giammarino, con i primi che conducono con 14 penalità di vantaggio al termine del primo giro di prove e dopo essersi scambiati un paio di volte la posizione di testa. Carbone tiene il comando fino alla sesta prova e nel frattempo, con Marcattilj scivolato indietro di due posizioni, rinviene l’Audi Quattro di Ermanno Keller e Massimo Liverani che prima della prova decisiva sono staccati di 16 punti e proprio nel secondo passaggio sulla “Ronco” riescono a portarsi in cima alla classifica e festeggiare la vittoria assoluta che porta un nuovo alloro alla Scuderia del Grifone, precedendo l’equipaggio della Porsche 911.

Il podio assoluto lo vanno a completare Fabio e Paolo Verdona su Peugeot 205 Gti con la quale precedono Carbone e Merenda scivolati in quarta posizione. Giovanni e Tiziana Chiesa chiudono la top-five con la Ford Cortina Lotus mentre per Paolo Concari e Cristiano Androvandi che si erano aggiudicati il Costa Smeralda e il Campagnolo con la Lancia Delta, la gara si è conclusa anzitempo.

SPORT - Non è bastato l’aver realizzato il poker di vittorie nella gara di precisione sui pressostati per Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini i quali, con la Porsche 911 RSR hanno centrato il quinto successo sulle strade del Biellese portando una bella soddisfazione al Rally Club Team del quale sono portacolori. La gara vede come primi leader Leonardo Fabbri e Thomas Sartore su Volvo 144 che restano al comando fino alla terza prova, ma dalla successiva sarà il duo della Porsche a prendere il comando per mantenerlo sino all’arrivo a Biella e festeggiare di conseguenza la quinta vittoria oltre a quella tra gli iscritti al Trofeo Tre Regioni.

Fabbri e Sartore difendono la piazza d’onore dagli attacchi di Luca Fiore ed Elio Garelli che vanno a completare il podio con la Lancia Fulvia Coupé e in quarta posizione si piazza la Fiat 131 Racing di Arturo Barbotto e Roberta Giachino i quali inaugurano, come vincitori della prima gara, la North West Regularity Cup, il nuovo trofeo che interessa Piemonte e Liguria partito con sette equipaggi proprio dalla gara biellese. Tornando all’assoluta, si registra il quinto posto per Gianluigi Falcone ed Erika Balboni su Toyota Celica ST185. Nella classifica delle scuderie la vittoria se l’è aggiudicata l’A.M. Motorsport.

Ufficio Stampa Rally Lana Storico
Andrea Zanovello


 

L’11° Rally Lana Storico è di Lombardo e Consiglio

È il palcoscenico dell’undicesima edizione del Rally Lana Storico quello che ha acclamato la quarta vittoria stagionale, e la prima sulle strade biellesi, per Angelo Lombardo e Roberto Consiglio su Porsche 911 RSR Gruppo 4 portacolori della Scuderia Ro Racing; il duo siciliano ha avuto la meglio sui locali Marco Bertinotti e Andrea Rondi in gara con una versione Gruppo B della coupé tedesca con la quale si sono aggiudicati il 4° Raggruppamento oltre a tre delle otto prove speciali. A completare il podio assoluto il veloce Ivan Fioravanti con la Ford Escort RS Gruppo 4 condivisa con Annalisa Vercella Marchese, con la quale va a primeggiare in 3° Raggruppamento dopo un’avvincente sfida con la Porsche 911 SC di Roberto Rimoldi e Harshana Ratnayake chiusa col distacco di soli 7”8. Valter Pierangioli e Rita Ferrari sono quinti assoluti su Ford Sierra Cosworth 4x4 grazie ad un buon recupero nella seconda parte di gara seguiti da altre due Porsche 911: la SC di Natale Mannino e Giacomo Giannone che conquista la sesta posizione e la RSR di Oreste Pasetto, settimo assieme a Marina Frasson. Ancora una prestazione maiuscola per Matteo Luise e Melissa Ferro, ottavi assoluti con la Fiat Ritmo 130 TC con la quale precedono l’ennesima 911, la Gruppo B di Ermanno Sordi con Claudio Biglieri alle note; a chiudere la top-ten è la Lancia Stratos del sempreverde “Tony” in coppia con Marco Verdelli. Nel 1° Raggruppamento sono Antonio Parisi e Giuseppe D’Angelo a metter la firma con la loro Porsche 911 S precedendo la gemella di Giuliano Palmieri e Lucia Zambiasi e la BMW 2002 Ti di Giuseppe Pollara e Pier Giorgio Daffara che per due prove erano anche stati al comando.

LA GARA - Bertinotti si aggiudica le prime due prove, seguito da Negri a 5”6 e, più staccato, da Lombardo che recrimina per una toccata a seguito di un ripetuto bloccaggio dell’acceleratore, accusando già una ventina di secondi dopo le prime due speciali. Quarta posizione per Fioravanti che prende la testa del 3° Raggruppamento tirandosi in scia Rimoldi staccato di un soffio.

È però il primo passaggio sulla lunga “Romanina” a riaprire i giochi con lo scratch di Lombardo che lo porta in seconda posizione a soli 4”7 da Bertinotti che mantiene la testa aggiudicandosi la “Ronco” per un solo decimo. Al riordino dopo il primo giro, dietro alle due Porsche 911 c’è la Lancia Delta Integrale di Negri attardato da problemi al cambio accusati già nella parte finale della terza prova e successivamente più marcati nella quarta, tanto da arrivare al giro di boa senza due marce. Fioravanti si conferma quarto ma deve difendersi dagli attacchi di Rimoldi in giornata di grazia e staccato di solo 4” nonostante un rallentamento dovuto all’aver raggiunto in prova la vettura che lo precedeva. Pierangioli viaggia in sesta posizione seguito da Mannino che a sua volta precede Pasetto in buona progressione. Luise viaggia in un’eccellente nona piazza nonostante un rendimento non ottimale degli pneumatici e, a completare la provvisoria top-ten, c’è Nerobutto. Nel Trofeo A112 Abarth Fiora primeggia in tutte le prove e comanda con 40”4 su Cochis e 1’19” su Gentile.

Dopo il parco assistenza di metà gara si riparte con la “Campore 2” al termine della quale Lombardo passa al comando con 3”8 su Bertinotti, che diventano 5” dopo la “Baltigati”. Negri esce dal parco con un pesante ritardo e dopo questa prova si ritira; Fioravanti e Rimoldi continuano a duellare per la terza posizione assoluta e per il 3° Raggruppamento, mentre Pierangioli sale in quinta. Lombardo aggiunge uno scratch vincendo anche la “Baltigati 2” e sulla successiva “Romanina 2” fa il vuoto staccando di 17”5 Bertinotti. Rimoldi tenta il tutto per tutto per la vittoria di 3° Raggruppamento stampando il terzo tempo, ma nemmeno col secondo assoluto sulla successiva “Ronco 2” riesce a sopravvanzare Fioravanti; Lombardo porta a cinque gli scratch e proprio nell’ultimo tratto cronometrato “Tony” passa Nerobutto ed entra nei dieci dell’assoluta.

In evidenza nelle varie classi alcuni equipaggi ben posizionati anche a livello generale ad iniziare da quello formato da Luca Prina Mello e Simone Bottega primi nella 2-2000 del 2° Raggruppamento e tredicesimi assoluti con la BMW 2002 Tii, imitati nella medesima classe, ma del 3°, da Alessandro Mazzucato e Michele Orietti su Opel Ascona SR con la quale sono diciottesimi e Luca Delle Coste e Franca Regis Milano che svettano nella 2-1600 con la Fiat Ritmo 75, ventiduesima nella generale, e si aggiudicando anche uno dei due premi messi in palio per ricordare il pilota Ettore Amione, grazie alla vittoria della classe; il secondo, quello per il miglior equipaggio canavese va a gratificare Daniele Ferron e Francesco Cuaz in gara con un’Opel Kadett GT/e.

Nella classifica delle scuderie nuova vittoria per il Team Bassano.

Gara a senso unico nel Trofeo A112 Abarth Yokohama dove Filippo Fiora e Luca Pieri hanno dominato firmando le prime sette prove, con l’ottava appannaggio di Maurizio Cochis e Milva Manganone secondi classificati davanti a Marco Gentile e Vincenzo Torricelli.

** Ore 21.25: come da decisione n.1 dei Commissari Sportivi emessa a seguito verifica d’ufficio della vettura numero 14 dell’equipaggio Luise – Ferro ed esposta nell’albo di gara, è stata decisa l’esclusione dello stesso con avanzamento in classifica dei concorrenti successivi.

Ufficio Stampa Rally Lana Storico
Andrea Zanovello


 

11° Rally Lana Storico: le prove e gli orari

Sta per entrare nella fase decisiva l’undicesima edizione del Rally Lana Storico con i due giorni dedicati alla manifestazione: venerdì 17 giugno sono previste le operazioni delle verifiche, le sportive dalle 13 presso l’Agorà Palace Hotel e le tecniche dalle 13.30 nell’adiacente Piazza Vittorio Veneto.

Dalle 8.30 di sabato la partenza presso il Centro Commerciale “Gli Orsi” con il rally e a seguire la regolarità sport e successivamente quella a media.

Di seguito gli orari di svolgimento degli otto passaggi sulle prove speciali, i comuni interessati e gli orari di chiusura e riapertura delle strade.

Prova Speciale 1 - 5 “CAMPORE“
Km. 12,100 - Orario teorico primo concorrente: PS 1 ore 9:07 - PS 5 ore 14:13.
Chiusura del tratto stradale: sabato 18 giugno dalle ore 7.45 alle ore 18:30.
Di competenza dei Comuni di Valdilana, Strona, Mezzana M.

Prova Speciale 2 - 6 “BALTIGATI”
km 13,120 - Orario teorico primo concorrente: PS 2 ore 9:36 - P.S. 6 ore 14:42.
Chiusura del tratto stradale: sabato 18 giugno dalle ore 8:15 alle ore 18:30.
Di competenza dei Comuni di Valdilana, Curino.

Prova Speciale 3 - 7 “ROMANINA”
Km 19,290 - Orario teorico primo concorrente: PS 3 ore 10:46 - PS7 ore 15:52.
Chiusura del tratto stradale: sabato 18 giugno dalle ore 9:15 alle ore 20:00.
Di competenza dei comuni di Veglio, Camandona, Callabiana, Andorno e Pettinengo.

Prova Speciale 4 - 8 “RONCO“
Km. 9,250 - Orario teorico primo concorrente: PS 4 ore 11:28 — PS 8 ore 16:34.
Chiusura del tratto stradale: sabato 18 giugno dalle ore 10:00 alle ore 20:30.
Di competenza dei Comuni di Ronco Biellese, Ternengo, Bioglio

Come comunicato ai Sindaci dei Comuni interessati, che hanno già rilasciato il loro nulla osta, per particolari esigenze i tratti di strada interessati dalla prova speciale potranno, con il consenso del Direttore di Gara, essere aperti al traffico tra un giro e l’altro.

Ufficio Stampa Rally Lana Storico
Andrea Zanovello


 

Sono 178 gli equipaggi all’11° Rally Lana Storico

Stessi numeri dello scorso anno per la regolarità e per il Trofeo A112 Abarth Yokohama e un leggerissima flessione nel rally: questo il bilancio degli iscritti all’undicesima edizione del Rally Lana Storico che hanno toccato la ragguardevole cifra di centosettantotto equipaggi, centodiciotto dei quali nel rally e i restanti nelle due annesse gare di regolarità.

Tra i centouno in lizza nel quinto appuntamento del Campionato Italiano Rally Autostoriche spiccano diversi nomi protagonisti della stagione 2022: si prospetta una sfida a tre per la vittoria assoluta tra le Porsche 911 RSR di Marco Bertinotti e Andrea Rondi che cercheranno il bis sulle strade di casa e quella di Angelo Lombardo con Roberto Consiglio che puntano al poker dopo le tre vittorie ottenute nel primo girone del Tricolore; dovranno però vedersela con Davide Negri che rientra dopo tre mesi dal Vallate Aretine e sarà al via con una Lancia Delta Integrale assieme a Roberto Coppa. Ad insidiare il terzetto, e al ritorno nel giro del CIRAS, Valter Pierangioli con la Ford Sierra Cosworth 4x4 in coppia con Rita Ferrari e saranno comunque numerosi quelli che cercheranno di salire sul podio assoluto, tra i quali i primattori del Campionato a partire da Beniamino Lo Presti con Claudio Biglieri su Porsche 911 SC, stessa vettura con la quale saranno al via Natale Mannino e Giacomo Giannone; per la supremazia in 3° Raggruppamento se la dovranno comunque vedere coi locali Ivan Fioravanti e Roberto Rimoldi: il primo, già plurivittorioso nella categoria, con la Ford Escort RS dove avrà Annalisa Vercella Marchese a dettargli le note, il secondo anch’egli sulla 911 affiancato invece da Harshana Ratnayake; nella bagarre s’inserirà sicuramente l’Opel Ascona 400 di Tiziano e Francesca Nerobutto oltre alla Ford Escort RS di Enrico Volpato e Samuele Sordelli.

Dopo le buone prestazioni al Costa Smeralda e Targa Florio, saranno al via i sardi Sergio Farris e Giuseppe Pirisinu su Porsche 911 Gruppo B, stessa vettura con la quale Ermanno Sordi torna a correre dopo un paio di mesi di assenza ritrovando Maurizio Barone alle note; molto atteso al via sarà “Tony” con la Lancia Stratos affiancato da Marco Verdelli e a rafforzare la pattuglia dei piloti di casa ci sarà il Presidente di ACI Biella Andrea Gibello assieme Lorenzo Pontarollo, su Ford Sierra Cosworth. Tutta da seguire la sfida in A-2000 tra la Fiat Ritmo 130 TC di Matteo Luise e Melissa Ferro opposta alla Peugeot 205 GTI di Mauro Lenci e Giuseppe Tricoli, e al via non mancheranno altri equipaggi impegnati fin dalla prima gara di Campionato, quali Lorenzo Delladio con Claudia Musti sulla Porsche 911, mentre per i titolati 2021 Nicola Salin e Paolo Protta sarà il debutto con la Porsche 911 in versione RS e altro esordio vedrà protagonista la nuova Ford Escort RS di Dino Vicario e Fausto Bondesan.

Altro duello che promette scintille sarà quello in 2-2000 tra le Opel di Alessandro Mazzucato con l’Ascona SR assieme a Michele Orietti e la Kadett di Nicola Tricomi ed Eros Di Prima, mentre in 2-1600 si ripropone l’eterna bagarre tra la Fiat Ritmo 75 di Luca Delle Coste e Franca Regis Milano e la Volkswagen Golf Gti di Massimo Giudicelli, stavolta affiancato da Edoardo Bertella. Si rivitalizza anche la sfida nel 1° Raggruppamento con le Porsche 911 S di Giuliano Palmieri e Antonio Parisi affiancati da Lucia Zambiasi e Giuseppe D’Angelo mentre si preannuncia una grande battaglia tra le piccole della 2-1150 che conta ben quattordici equipaggi iscritti, dei quali undici su Fiat 127.

Diciassette sono gli sfidanti nel Trofeo A112 Abarth Yokohama che da Biella riparte per il secondo girone assieme, affiancato dal Memory Fornaca e dalla Michelin Historic Rally Cup, gli altri due trofei per il quale il Lana Storico ha validità e tra i numerosi premi si somma anche quello dedicato al ricordo di Ettore Amione messo in palio per il primo equipaggio canavese e per il primo della classe 2-1600 del 3° Raggruppamento.

Uguale allo scorso anno è il numero degli iscritti totali alle due gare di regolarità con trentatrè unità nella sport e ventisette nella gara a media.

Nella prima, oltre alla riassegnata validità per il Trofeo Tre Regioni, c’è attesa per l’esordio della North West Regularity Cup, il trofeo che oltre al Lana comprende altre tre gare in Piemonte ed una in Liguria. Favoriti senza dubbio i plurivincitori Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini che cercheranno il quinto successo con la Porsche 911 RSR giocandosela con almeno altri quattro equipaggi tra cui Fabbri e Sartore su Volvo 144, Falcone – Balboni con la Toyota Celica ST185, Fiore – Garelli su Lancia Fulvia Coupé. Da evidenziare, la presenza di un equipaggio dalla Repubblica Ceca – Pavlik e Di Lenardo – su una rara Saab 96 del 1961, la vettura più datata tra quelle in gara.

Pronostico non facile nella gara di regolarità a media, terzo appuntamento del Campionato Italiano, visto che sono almeno una mezza dozzina i “papabili” per la vittoria finale a partire da Marcattilj e Giammarino, già vincitori al Lana con la Porsche 911, che se la giocheranno con la Lancia Delta di Concari e Androvandi, l’Alfa Romeo Giulietta di Cristian ed Elena Bonnet, la Ford Cortina Lotus di Giovanni e Tiziana Chiesa e, da tenere d’occhio saranno anche Marco Leva navigato da Alexia Giugni su Lancia Fulvia oltre al già Campione Italiano ed Europeo Rally Maurizo Verini su Ford Sierra Cosworth affiancato da Laura Martines.

Ufficio Stampa Rally Lana Storico
Andrea Zanovello


 

Trofeo A112 Abarth Yokohama: 17 equipaggi al Rally Lana Storico

Dopo i quattro appuntamenti che hanno concluso il primo girone dell’edizione 2022, il Trofeo A112 Abarth Yokohama prosegue il cammino con il quinto round della Serie che si disputerà sabato prossimo sulle strade dell’11° Rally Lana Storico al quale sono diciassette gli equipaggi che hanno risposto all’appello bissando il numero di partecipanti dell’edizione 2021.

Ad aprire la sfida nella prima gara del secondo girone saranno gli attuali capoclassifica, i toscani Marcogino Dall’Avo e Manuel Piras seguiti dai corregionali Ivo Droandi e Massimo Acciai, tallonati da Marco Gentile e Vincenzo Torricelli che li seguono al terzo posto nella generale. Toccherà poi ai veneti Giuseppe Cazziolato e Claudio Piazza e subito dopo ad un altro equipaggio proveniente dalla Toscana: quello composto da Stefano Bartoloni e Giorgio Leporati. Il richiamo della gara di casa non lascia indifferente Filippo Fiora che cercherà il tris di vittorie, affiancato da Luca Pieri; tra i tanti pretendenti al successo anche il rientrante Massimo Gallione in coppia con Luigi Cavagnetto e, dopo diversi anni Maurizio Cochis rispolvera la sua A112 Abarth e si rimette in gioco nel Trofeo assieme a Milva Manganone; a Biella timbrano il cartellino anche Christian Benedetto con Patrick Varale e si rivede nel “giro” dei dodicisti anche Paolo Raviglione che avrà Alessandro Rappoldi a dettargli le note. Immancabile al Lana anche Giacomo Domenighini con Jenny Maddalozzo ad affiancarlo, seguito da Francesco Grassi alla ricerca di un buon risultato sulle strade amiche.

L’elenco prosegue con Denis Letey e Daniela Borella seguiti da Giancarlo Nardi con Paola Costa alle note e da Fabio Basso e Livio Mazza in gara con una “Gruppo A”; chiudono l’elenco Maurizio Ribaldone ed Enrico Zuccarini rispettivamente affiancati da Guido Zanone e Daniele Grechi.

Otto le prove speciali in programma, tutte nella giornata di sabato 18 giugno, per 107,520 chilometri cronometrati. Partenza ed arrivo presso il Centro Commerciale “Gli Orsi” a Biella.

Il calendario del Trofeo: 11/12 marzo, Rally Vallate Aretine; 8/9 aprile, Rally Costa Smeralda Storico; 29/30 aprile, Rally Valsugana Historic Rally; 27/28 maggio, Rally Campagnolo; 17/18 giugno, Rally Lana Storico; 22/24 settembre, Rallye Elba Storico; 25/26 novembre, La Grande Corsa

Documenti e classifiche al sito web www.trofeoa112abarth.com

Ufficio Stampa Rally Lana Storico
Andrea Zanovello
Foto: Videofotomax

 

11° Rally Lana Storico: ultimi giorni per iscriversi

Ancora due giorni a disposizione per perfezionare le iscrizioni al Rally Lana Storico e alle annesse gare di regolarità sport e a media. Il termine ultimo, infatti, scocca alla mezzanotte di venerdì 10 giugno e il giorno successivo sarà la volta della consegna del road book e della prima giornata di ricognizioni autorizzate.

Sono già in numero soddisfacente quelle finora pervenute per la gara valevole quale quinto appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche che darà via al secondo girone di gare prima della lunga pausa fino al successivo impegno, l’Alpi Orientali di inizio settembre. Oltre ai protagonisti del Tricolore Rally e di quello Regolarità a Media, sono attesi anche i contendenti delle Serie riconosciute ACI Sport che sono ben cinque: abbinate al rally e due alla regolarità sport. Agli scatenati trofeisti in gara con le Autobianchi A112 Abarth, si aggiungono infatti quelli della Michelin Historic Rally Cup oltre ai partecipanti al Memory Fornaca mentre per la “sport” sono due le titolazioni: la prima grazie al ritorno nel calendario del Trofeo Tre Regioni e la seconda con la nuova e attesa iniziativa promossa dagli “Amici di Nino”, la North West Regularity Cup che esordirà proprio sulle tecniche ed impegnative strade del Biellese proponendosi come un’interessante trofeo che interessa Piemonte e Liguria proponendo, dopo il Lana, altri quattro appuntamenti.

La manifestazione entrerà nel vivo venerdì 17 dalle con le verifiche in programma dalle 13 alle 20 presso l’Agorà Palace Hotel le sportive, e le tecniche di seguito nell’adiacente Piazza Vittorio Veneto.

Dalle 8.30 di sabato 18 giugno la partenza della prima vettura dal Piazzale del Centro Commerciale “Gli Orsi” che metterà a disposizione gli spazi anche per il riordino di metà gara e il successivo parco assistenza, prima di accogliere gli equipaggi all’arrivo previsto per le 17.15 e le successive premiazioni effettuate sulla pedana, come da tradizione.

Quattro le prove speciali da ripetersi per un totale di 107,52 chilometri sui 232,51 del percorso completo, con nomi altisonanti quali “Campore”, “Baltigati”, “Romanina” in versione da 19 chilometri e “Ronco”. Oltre al parco assistenza al centro commerciali “Gli Orsi” sono previste due zone di assistenza remota e refuelling in località Pray dopo le prove numero 2 e 6. Direzione gara, segreteria e sala stampa saranno ospitate come negli anni scorsi presso l’Agorà Palace Hotel.

Ufficio Stampa Rally Lana Storico
Andrea Zanovello

 

Al Rally Lana Storico due premi in memoria di Ettore Amione

Quella di Ettore Amione è una figura che tanto manca al mondo delle corse e dei rally storici, e sicuramente al Rally Lana Storico si sentirà la sua mancanza. Ma non il ricordo visto che la famiglia di Ettore ha ottenuto la collaborazione di Veglio 4x4, BMT Eventi e ACI Biella per mettere in palio due premi speciali in sua memoria e l’hanno fatto prendendo spunto da lui, dalla sua zona di provenienza, dalla sua auto che ha usato fino all’ultimo rally disputato nello scorso autunno.

È stato quindi concordato che i premi saranno assegnati all’equipaggio canavesano meglio classificato nel rally storico valevole per il Campionato Italiano, il primo, mentre il secondo sarà appannaggio del primo equipaggio classificato nella 2-1600 del 3° Raggruppamento, la classe in cui Ettore correva con la sua amata Volkswagen Golf GTI Gruppo 2.

Assieme ai tanti che il Rally Lana Storico offre, quest’anno ci saranno due motivi in più per quegli equipaggi che avranno i requisiti per giocarsi i riconoscimenti che, senz’altro, oltre al ricordo del simpatico pilota non mancheranno di far vivere delle emozioni sulla pedana d’arrivo al Centro Commerciale “Gli Orsi”.

Nel frattempo stanno pervenendo in buon numero le adesioni e con l’occasione si ricorda da data del 10 giugno prossimo, ultimo giorno utile per perfezionare le iscrizioni.

Ufficio Stampa Rally Lana Storico
Andrea Zanovello

 

11° Rally Lana Storico: sconti sulle iscrizioni

È una delle notizie che faranno sicuramente piacere ai concorrenti intenzionati a partecipare all’11° Rally Lana Storico, quella che annuncia l’applicazione di uno sconto sulle quote previste dal regolamento per l’iscrizione al rally, considerato che per questa categoria sono quelle di maggior importo rispetto alle tasse applicate per le gare di regolarità.

La decisione è stata presa dagli organizzatori Veglio 4x4 e BMT Eventi al fine di agevolare i concorrenti – visto anche il gradimento riscosso nel 2021 – concedendo nuovamente una riduzione che va dagli 85 euro per le vetture fino a 1300 centimetri cubici, ai 35 per quelle di oltre 2000, passando per i 65 della fascia fino ai 2 “due litri”; importi che tradotti in percentuale, vanno dal 5 al 15%. Resta invariata la quota per gli iscritti al Trofeo A112 Abarth Yokohama, già ridotta come da regolamento, mentre per quelli alla Michelin Historic Rally Cup è previsto un ulteriore abbuono del 10%.

Un segno decisamente positivo da parte dello staff organizzativo della gara patrocinata dall’Automobile Club Biella che da un paio di giorni ha ufficialmente aperto le iscrizioni e nel sito di riferimento è pubblicata la tabella con le cifre aggiornate. A quest’ultime vanno ovviamente sommati gli importi per il tracking obbligatorio e l’IVA.

Con l’occasione si rammenta che le iscrizioni vanno perfezionate secondo la procedura prevista da ACI Sport e che il termine ultimo è fissato per venerdì 10 giugno 2022.

Ufficio Stampa Rally Lana Storico
Andrea Zanovello

 

11° Rally Lana Storico: al via le iscrizioni

È ai nastri di partenza l’undicesima edizione del Rally Lana Storico in programma a Biella venerdì 17 e sabato 18 giugno, con l’organizzazione curata da Veglio 4x4 e BMT Eventi a cui si aggiunge il patrocinio dell’Automobile Club di Biella.

La manifestazione biellese viene riproposta con la triplice formula del rally storico, regolarità sport e a media e, oltre alle due titolazioni nazionali, conta quelle di ben cinque trofei, tre per il rally e due per la “sport”.

Quinto appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche e primo del secondo girone, il rally vedrà al via anche i contendenti del Trofeo A112 Abarth Yokohama, Memory Fornaca e Michelin Historic Rally Cup; seconda validità tricolore sarà invece quella della gara a media e, infine, ben due quelle riconosciute alla regolarità sport grazie al ritorno del Trofeo Tre Regioni in primis, mentre sarà una novità assoluta quella della North West Regularity Cup, la nuova Serie organizzata nella prima Zona che vede coinvolte cinque gare abbinate ad altrettanti rally per sole auto storiche tra Piemonte e Liguria, che proprio a Biella farà il suo esordio.

Dopo la chiusura delle iscrizioni alle 24 del 10 giugno, il giorno successivo sarà dedicato alla consegna del road-book presso l’Agorà Palace Hotel a Biella dalle 9.30 alle 15 e il conseguente inizio delle ricognizioni autorizzate con orario 10 – 16 e, nella giornata di venerdì 17, dalle 9 alle 13.

Gli accrediti sportivi si effettueranno venerdì 17 dalle 13 alle 20 sempre presso l’Agorà Palace Hotel e le verifiche tecniche di seguito, nell’adiacente Piazza Vittorio Veneto.

Dalle 8.30 di sabato 18 giugno, la partenza della prima vettura dal Piazzale del Centro Commerciale “Gli Orsi” che metterà a disposizione gli spazi anche per il riordino di metà gara e il successivo parco assistenza, prima di accogliere gli equipaggi all’arrivo previsto per le 17.15 con le premiazioni effettuate sulla pedana, come da tradizione.

Rivisto in parte, il percorso si annuncia molto interessante per diverse motivazioni a partire dalla formula con quattro prove speciali tutte in una giornata e da ripetere per un totale di 107,52 chilometri sui 232,51 del percorso completo, con una percentuale di tratti cronometrati che supera il 45% a conferma di tanta “sostanza” in poco meno di nove ore di gara. A rafforzare il legame col passato, gli organizzatori oltre a riproporre prove storiche del Rally della Lana annunciano anche la “Romanina” nella sua versione lunga da oltre 19 chilometri. In aggiunta al parco assistenza al centro commerciali “Gli Orsi” sono previste due zone di assistenza remota e refuelling in località Pray dopo le prove numero 2 e 6. Direzione gara, segreteria e sala stampa saranno ospitate come negli anni scorsi dall’Agorà Palace Hotel.

Ufficio Stampa Rally Lana Storico
Andrea Zanovello

 

Live

In evidenza

Main Sponsor