ATL Biellese Aci Sport
10° Rally della Lana Storico 2021
Provincia di Biella Città di Biella ACI di Biella

   ISCRIZIONI PROROGATE FINO A SABATO 12 alle ore 18:00  

10° Rally della Lana Storico 2021

Trofeo A112 Abarth Yokohama: al Lana la prima di Baldo e Marcolini

Che prima o poi sarebbe arrivata anche per Pietro Baldo e Davide Marcolini la vittoria in una gara del Trofeo A112 Abarth Yokohama, era nell’aria e finalmente la consacrazione è arrivata al termine di un Rally Lana Storico combattuto ed impegnativo, che non ha mancato di riservare colpi di scena.

Secondo dei sei appuntamenti stagionali, il rally biellese è partito nel segno del duo veronese del Team Bassano che andava ad inanellare un tris di vittorie parziali; al primo riordino lo vedeva condurre con 17”2 sui mai domi Massimo Gallione e Luigi Cavagnetto, saldamente secondi davanti a Giacomo Domenighini e Vincenzo Torricelli; Franco Beccherle ed Emanuele Dal Bosco, tra i papabili per la vittoria, si trovano attardati e oramai fuori dai giochi a causa del non ottimale rendimento della loro A112. Nel secondo giro non cambia la musica con Baldo che si ripete allungando su Gallione a 24”3 al secondo riordino con gli inseguitori ad oltre un minuto.

Mancano due prove alla fine e la classifica sembra essersi stabilizzata, quando sulla vettura del duo piemontese si rompe il cavo dell’acceleratore lasciando i due veterani del Trofeo nel più totale sconforto. Ne traggono vantaggio i regolari Ivo Droandi e Carlo Fornasiero che agguantano il podio, ma che dovranno lasciare nel successivo tratto conclusivo per problemi al cambio.

Il secondo appuntamento della Serie organizzata dal Team Bassano celebra quindi la prima vittoria per Baldo e Marcolini con Domenighini e Torricelli secondi e Stefano Bartoloni, con Giorgio Leporati alle note, che si trova servito su un vassoio d’argento il terzo posto assoluto. Quarta posizione per gli esordienti Marco Melino e Marinella Bonaiti che si prendono anche il lusso di vincere l’ultima prova speciale e guadagnare una posizione ai danni di Giuseppe Cazziolato e Karishma Rosa Bernardins che colgono una buona quinta piazza finale. Afflitti fin dalla prima prova dalla vettura che non girava al meglio, Franco Beccherle ed Emanuele Dal Bosco chiudono sesti incamerando comunque dei punti utili per restare al secondo posto in classifica e precedono Luca Bernardi e Matteo Zaramella soddisfatti del loro settimo posto. In ottava posizione troviamo Denis Letey ed Erik Robbin che precedono i locali Maurizio Ribaldone e Guido Zanone con l’unica vettura di “Gruppo 1” e a margine della top ten sono Marco Gentile e Marina Frasson, con Nicolino Catgiu e Matteo Grosso undicesimi a chiudere il gruppo dei classificati.

Oltre a quelli di Gallione e Droandi, ritiri anche per Luca e Tiziano Pieri usciti di strada nella terza prova dopo un ottimo inizio di gara; all’appello mancano anche le vetture di Francesco Grassi con Giovanni Maria Figoni, Enrico Zuccarini e Manjola Hystuna oltre a quella di Filippo Baron e Denis Masin.

Le classifiche dopo il Rally Lana Storico. Assoluta: 1. Baldo 31, 2. Beccherle 26, 3. Domenighini 21, 4. Battistel e Bartoloni 19. Gruppo 1: 1. Ribaldone. Over 60: 1. Cazziolato. Under 28: 1. De Rosa

Andrea Zanovello



10° Rally Lana Storico: la regolarità a media a Gandino, la sport a Maiolo

Pronostici rispettati nelle due gare di regolarità abbinate al 10° Rally Lana Storico svoltosi nella giornata di sabato con partenza ed arrivo al Centro Commerciale “Gli Orsi” a Biella, dopo otto prove tracciate in un percorso tecnico ed impegnativo affrontato da sessanta equipaggi, ventotto nella media e i restanti nella sport.

MEDIA – Valevole quale terzo appuntamento del Campionato Italiano, la regolarità a media tra gli equipaggi al via, annoverava anche i recenti vincitori del Rally Campagnolo, Marco Gandino e Carlo Merenda che al Lana si sono ripetuti realizzando una prestigiosa doppietta con la Fiat Ritmo 130 TC in livrea Totip. Il duo della Scuderia del Grifone ha preso il comando dopo la seconda prova e l’ha mantenuto sino alla fine, difendendosi dagli attacchi degli svizzeri Christian Bonnet ed Elena Solomatina su Alfa Romeo Giulietta Sprint, alla fine secondi assoluti; a completare il podio le brave Alexia Giugni e Cristina Biagi su Renault Alpine A110 che si aggiudicano anche la classifica femminile. In quarta posizione chiudono Paolo Concari e Cristiano Androvandi su Lancia Delta 4WD mentre i vincitori delle due precedenti edizioni, Paolo Marcattilj e Francesco Giammarino su Porsche 911, si devono accontentare della quinta posizione assoluta.

Tra i piloti in gara anche l’ex campione italiano ed europeo rally Maurizio Verini che si è piazzato settimo assoluto con l’Audi Quattro in coppia con Ermanno Keller. Ventisei gli equipaggi classificati

SPORT – Poca storia nella decima edizione della gara di regolarità sport diventata feudo della coppia Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini che hanno infilato la quarta vittoria consecutiva con la Porsche 911 RSR. Partiti in maniera eccellente, alla fine del primo giro dopo tre prove erano solo 2 le penalità accumulate su tre prove per il duo del Rally Club Team: quanto bastava per metter già una seria ipoteca sulla vittoria con Roberto Viganò e Pieraldo Giacobino ad inseguire con la Fiat 850 Sport a 11 lunghezze e a 16 la Lancia Fulvia Coupè di Luca Fiore ed Elio Garelli. Maiolo prosegue la marcia e nel finale due colpi di scena privano il possibile podio, prima di Viganò, ritirato, e poi di Fiore che paga una penalità e scivola nelle retrovie. Via libera quindi per la Lancia Fulvia di Ernesto Gemme e Giancarlo Graziani che si piazzano al secondo posto precedendo la Peugeot 205 Gti di Luca Maielli e Giovanni Gambino, terzi assoluti. Solo 6 penalità allontanano dal podio la Fiat Ritmo 130 TC di Massimo e Luca Becchia e, a completare la top five ci pensano Daniele Richiardone con Paolo Ciscato su Porsche 911. Diciannove gli equipaggi classificati e sugli scudi il Biella Motor Team che si aggiudica la classifica delle scuderie.

Andrea Zanovello



10° Rally Lana Storico: trionfo per Bertinotti e Rondi

Ci è voluta la decima edizione di un avvincente e combattuto Rally Lana Storico per ritrovare un equipaggio biellese sul gradino più alto del podio. A riuscirci sono stati Marco Bertinotti e Andrea Rondi che si sono aggiudicati con la Porsche 911 RSR Gruppo 4 griffata Rally & Co. la gara e il Trofeo Città di Biella, otto anni dopo la vittoria del 2013 di Davide Negri e Roberto Coppa che, in quest’occasione, hanno chiuso in posizione d’onore alla guida anch’essi di una 911 del 2° Raggruppamento dopo una gara tutta all’attacco. Terzi, al termine di una gara in costante progressione, chiudono Corrado Pinzano e Roberta Passone con la Subaru Legacy 4x4 Gruppo A con la quale si sono aggiudicati la classifica del 4° Raggruppamento. Il trio si è inoltre, spartito le otto prove speciali con quattro sigilli per Bertinotti e due ciascuno Negri e Pinzano.

Ai piedi del podio altre due coupé di Stoccarda: la 911 RSR Gruppo 4 di Alberto Salvini e Mattia Franchi, quarti, e la SC/RS Gruppo B di Lucio Da Zanche e Daniele De Luis, quinti. Scorrendo la classifica assoluta, sul gradino numero sei ci sale la BMW M3 Gruppo A dell’elvetico Marc Valliccioni con Maria Josèe Cardi alle note seguiti da un ottimo Ivan Fioravanti che centra una nuova vittoria di 3° Raggruppamento con la Ford Escort RS Gruppo 4 condivisa con Andrea Canepa. Ottava piazza per un brillante Andrea Chiavenuto con Stefano Cirillo sulla Ford Sierra Cosworth 4x4 Gruppo A, con la quale hanno preceduto la Porsche 911 SC Gruppo 4 di Roberto Rimoldi tornato ad indossare tuta e casco dopo un lunga pausa, ritrovando Roberto Consiglio sul sedile di destra. Chiudono la top ten Graziano Boetto e Alessandra Sommi con l’Opel Kadett GSI 16V Gruppo A non nuovi.



LA GARA – Centosei gli equipaggi che hanno preso il via dal Centro Commerciali Gli Orsi seguiti dai diciassette del Trofeo A112 Abarth; tra le due assenze, spicca quella di Lombardo e Ratnayake che non hanno verificato. Bertinotti parte subito fortissimo inanellando un tris di vittorie parziali nella prima parte di gara; Negri lo tallona nelle prime due, con Pinzano che inizia a prender le misure alla Subaru firmando il secondo tempo sulla “RomaninaDue”. Salvini e Da Zanche si marcano a vicenda e arrivano al primo riordino separati da 1”6 ma a oltre 20” dai battistrada. Nella prima prova Pierangioli e Nesti vengono penalizzati da una toccata con la Ford Sierra Cosworth e si ritireranno una volta usciti dalla seconda, mentre nella “Ronco” erano già fermi Migliara e Tobaldo con l’Opel Ascona 400. Fioravanti detta legge nel 3° Raggruppamento con la Ford Escort RS e Salin su Porsche 911 S prende il comando nel 1°. Tra i ritiri eccellenti anche quello di Luise e Ferro per problemi alla trasmissione della Fiat Ritmo 130 TC con la quale si erano insediati a margine della top-ten; Valente e Revenu (Lancia Rally 037) consegnano la tabella di marcia dopo la terza prova.

Dopo il primo riordino Negri suona la carica nella ripetizione di “Ronco” e rosicchia un paio di secondi a Bertinotti che mantiene un discreto margine allungando su Pinzano, Salvini e Da Zanche nell’ordine. È il duo della Subaru ad interrompere l’egemonia Porsche, firmando lo scratch sulla ripetizione della Baltigati dopo la quale Bertinotti, nonostante un tempo superiore di 7” rispetto al primo passaggio, resta al comando con 11”5 su Negri e 18” su Pinzano. Bertinotti riprende il passo della mattina primeggiando sulla RomaninaDue e tirandosi in scia Pinzano e Negri, con Salvini che allunga, in quarta posizione, su Da Zanche. Al secondo riordino, dopo i primi cinque, si trova Valliccioni sesto, seguito da Fioravanti sempre più leader di 3° Raggruppamento davanti a Rimoldi che si trova in nona posizione; tra di loro la Ford Sierra Cosworth 4x4 di Chiavenuto e Cirillo e a chiudere la provvisoria top-ten, l’Opel Kadett GSI di Boetto. Salin sempre in testa nel 1° Raggruppamento e praticamente invariata anche la situazione nel Trofeo A112 Abarth con Baldo a condurre su Gallione e Domenighini.

Negri tenta l’ultimo assalto nella terza “Ronco” ma Bertinotti gli concede solo 2”6 restando al comando con margine rassicurante prima della decisiva “RomaninaDue”. Tutto invariato alle loro spalle nell’assoluta, anche dopo l’ultimo tratto cronometrato dove Pinzano si va a prendere la soddisfazione del secondo scratch, che vale la conferma del podio.

Nicola Salin e Paolo Protta sono i vincitori del 1° Raggruppamento su Porsche 911 S realizzando la ventiduesima prestazione assoluta, mentre Fiorenza Soave e Anna Dusi vincono la femminile con la Fiat Ritmo 130 TC. Al Team Bassano la vittoria nella classifica delle scuderie.

In chiusura, si può senz’altro decretare un bilancio estremamente positivo per questa edizione del Rally Lana Storico nel nuovo format su unica tappa, e ripartito dopo lo stop forzato del 2020 grazie alla sinergia di Veglio 4x4 e BMT Eventi con la collaborazione di AC Biella. Un percorso concentrato nel chilometraggio con otto prove speciali tecniche le quali, assieme al notevole caldo afoso, hanno messo a dura prova gli equipaggi come confermano anche i quarantuno ritiri, quasi tutti per noie meccaniche.

Andrea Zanovello



Tutto pronto per il 10° Rally Lana Storico

Sta per scadere il conto alla rovescia verso la decima edizione del Rally Lana Storico e delle annesse gare di regolarità, sport e a media in programma a Biella venerdì 18 e sabato 19 giugno. Dopo la mancata edizione dello scorso anno, gli equipaggi hanno risposto con entusiasmo portando a centottantacinque unità il totalizzatore delle iscrizioni; un vero successo, tenuto anche conto del calendario sportivo che propone altre due gare titolate nella settimana successiva.

Numeri importanti non solo dal lato sportivo ma anche per quello che riguarda il territorio che, grazie alla manifestazione organizzata da Veglio 4x4 e BMT Eventi in collaborazione con AC Biella, trarrà beneficio dal gran numero di persone coinvolte dall’evento e che soggiorneranno in zona. Sono infatti attesi oltre ai protagonisti del Campionato Italiano Rally Auto Storiche e del T.R.Z. della Prima Zona, quelli del Trofeo A112 Abarth Yokohama, del Memory Fornaca e della Michelin Historic Rally Cup ai quali si aggiungeranno i contendenti del Campionato Italiano Regolarità a Media oltre a quelli in gara per la regolarità sport.

Per la prima volta la gara si svolgerà in un’unica giornata a differenza delle precedenti edizioni che hanno sempre visto l’effettuazione di due tappe. Dopo le operazioni di accreditamento e verifica previste dalle 13 di venerdì 18 presso l’Agora Hotel, lo start della prima vettura che sarà dato alle 9 del giorno successivo dal Centro Commerciale Gli Orsi, stesso luogo previsto per l’arrivo a partire dalle 18.56. Come previsto dalle normative tutt’ora in vigore, la manifestazione si dovrà svolgere a porte chiuse.



LE PROVE – Tre i tratti cronometrati da ripetersi più volte come indicato di seguito, assieme agli orari di chiusura delle strade interessate.

P.S 1 – 4 – 7 “Ronco”
Km. 9,25. 1° passaggio ore 9.26; 2° passaggio ore 13.14; 3° passaggio ore 17.37. Chiusura strade dalle 8 alle 21.30

P.S 2 – 5 “Baltigati”
Km. 13,12. 1° passaggio ore 10.25; 2° passaggio ore 14.14. Chiusura strade dalle 9 alle 18.30

P.S 3 – 6 – 8 “RomaninaDue”
Km. 13,65. 1° passaggio ore 11.18; 2° passaggio ore 15.07; 3° passaggio ore 18.16. Chiusura strade dalle 9.45 alle 22.30

Sono 94,94 i chilometri di prove speciali, oltre il 40% dei 234,17 del percorso totale. Due i riordini, alle 11.56 e 15.45 sempre presso Gli Orsi dove sarà allestito anche il parco assistenza alle 12.26 e 16.30.

Andrea Zanovello



Sono 185 gli iscritti al 10° Rally Lana Storico

Nonostante la forzata battuta d’arresto del 2020, il Rally Lana Storico non ha perso lo smalto degli anni scorsi e lo confermano i numeri degli equipaggi iscritti alla decima edizione in programma venerdì 18 e sabato 19 prossimi a Biella. Il conteggio si è fermato a centottantacinque unità obbligando gli organizzatori a ricorrere alla deroga anche quest’anno, in modo da poter ammetter tutti gli equipaggi alla gara.

A fare la parte del leone, come di consueto, è il rally storico con centoventicinque equipaggi nuovo record per la specialità che va a superare di quattro unità quanto totalizzato nel 2019; diciassette sono gli iscritti al Trofeo A112 Abarth Yokohama che, come da tradizione, faranno gara a sé in coda alle precedenti centootto vetture. Gli altri sessanta equipaggi sono suddivisi tra la regolarità a media con ventotto e la sport, il leggera flessione, con trentadue. Nel rally valevole quale quarto appuntamento del CIR Auto Storiche e secondo del T.R.Z. spicca l’assenza di “Lucky” (vincitore delle edizioni 2017 e 2018) in un elenco che propone una sfida che si preannuncia di alto livello con le Porsche 911 a monopolizzare le prime cinque righe, a partire dalla RSR Gruppo 4 di Alberto Salvini che torna al Lana dopo quattro anni affiancato da Mattia Franchin, seguito dalle due SCRS Gruppo B di Lucio Da Zanche con Daniele De Luis che cercheranno il tris dopo i successi del 2016 e 2019 e quella di Angelo Lombardo e Harshana Ratnayake, reduci dai due secondi assoluti del Targa Florio e Campagnolo. Dovranno però fare i conti con le RSR Gruppo 4 degli agguerriti equipaggi locali composti da Marco Bertinotti con Andrea Rondi e Davide Negri affiancato da Roberto Coppa, al rientro dopo il forfait del Campagnolo.

Non staranno di certo a guardare gli equipaggi che seguono nell’elenco con vetture a trazione integrale quali Ford Sierra Cosworth e Subaru Legacy: sulla prima torna nel CIRAS Valter Pierangioli, con Marco Nesti alle note, mentre a bordo della giapponese rivedremo Corrado Pinzano e Roberta Passone, desiderosi di rivincita dopo lo stop del 2018 mentre si trovavano al comando della gara.

Rientro anche per Roberto Rimoldi e Roberto Consiglio con la 911 SC Gruppo 4 con la quale si giocheranno il primato nel 3° Raggruppamento opposti alla Ford Escort RS dei sempre veloci sulle strade di casa, Ivan Fioravanti e Andrea Canepa, con un occhio di riguardo all’Opel Ascona 400 di Bruno Migliara e Oriella Tobaldo. Non passa inosservata nemmeno la BMW M3 dello svizzero Marc Valliccioni con Maria Josèe Cardi alle note impegnati nel “derby” con la gemella di Maurizio Stasia e Claudio Cappio. Tra le “due litri” tutta da seguire la sfida nel 4° Raggruppamento tra la Fiat Ritmo 130 TC di Matteo Luise e Melissa Ferro e l’Opel Kadett GSI di Graziano Boetto e Alessandra Sommi; nel 2° si propone una volta di più quella tra le Ford Escort RS di Dino Vicario e Valter Anziliero, navigati da Fausto Bondesan e Anna Berra. Spunti interessanti anche dalla 2-1600 del 3° Raggruppamento con l’ennesima disputa tra la Ritmo 75 di Luca Delle Coste e Franca Regis Milano, e la Volkswagen Golf Gti dei Campioni Italiani Massimo Giudicelli e Paola Ferrari; nella 2-2000 tutti a caccia dell’Opel Ascona SR di Giacomo Questi e Giovanni Morina, attuali leader anche della Michelin Historic Rally Cup una delle Serie Ufficiali, assieme al Memory Fornaca, per il quale il 10 ° Lana Storico è valevole. Notevole, come sempre, la presenza nella 2-1150 con ben dodici iscritti e l’attenzione rivolta alla sfida tra le Fiat 127 dei Chivelli padre e figlia e quella di Mario Cravero con Oddino Ricca.

Promette scintille anche la gara delle Autobianchi A112 Abarth in gara nell’omonimo Trofeo organizzato dal Team Bassano, con diciassette equipaggi a sfidarsi nel secondo dei sei appuntamenti stagionali.

REGOLARITÀ A MEDIA – Tra i ventotto equipaggi iscritti, figurano i primi cinque della classifica provvisoria del Campionato Italiano tra cui i vincitori delle edizioni 2018 e 2019 Paolo Maracattilij e Francesco Giammarino su Porsche 911 che, per centrare il tris, se la dovranno vedere con la Mini Cooper di Maurizio Gandolfo e Ornella Pietropaolo attuali leader del Tricolore pari merito con Alexia Giugni e Caterina Leva nuovamente al via con la Renault Alpine A110. Presenti anche Marco Gandino e Carlo Merenda con la Fiat Ritmo 130 TC che hanno portato alla vittoria al recente Campagnolo e i Campioni Italiani 2019 Maurizio Vellano e Giovanni Molina su Audi 80 Quattro.

REGOLARITA’ SPORT – Dopo il filotto di vittorie 2017, 2018 e 2019 c’è da aspettarsi che Marco Maiolo e Maria Teresa Paracchini arriveranno a Biella per cercare il poker e sulla loro strada ritroveranno quegli equipaggi che nelle precedenti edizioni, diedero loro del filo da torcere ad iniziare da Luca Fiore ed Elio Garelli su Lancia Fulvia Coupè, passando poi per Roberto Viganò affiancato da Pieraldo Giacobino sulla Fiat 850 Sport e un occhio di riguardo lo meritano anche Arturo Barbotto e Roberta Giachino con la Fiat 131 Racing oltre a Ernesto Gemme e Giancarlo Graziani su Lancia Fulvia Coupè.

Appuntamento per il pomeriggio di venerdì 18 con le operazioni di accreditamento e verifica degli equipaggi e il giorno successivo, a partire dalle 9, la partenza dal Centro Commerciale “Gli Orsi” che ospiterà anche i parchi riordino ed assistenza, oltre all’arrivo e alle premiazioni.

Andrea Zanovello



10° Rally Lana Storico: prorogata la chiusura delle iscrizioni

Chiesta ed ottenuta la deroga necessaria, Veglio 4x4 e BMT Eventi annunciano che la chiusura delle iscrizioni al 10° Rally Lana Storico è stata posticipata alle ore 18 di sabato 12 giugno.

Raggiunta da alcuni giorni la tripla cifra delle domande pervenute, gli organizzatori hanno comunque deciso di prolungare di tre giorni il termine per permettere anche agli “indecisi” di provvedere a perfezionare l’iscrizione al quarto appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche oltre che alle due gare di regolarità: quella a media anch’essa valida per il Tricolore e la sport, tradizionale appuntamento per gli specialisti del pressostato.

Assieme ai protagonisti della massima Serie nazionale, il 18 e 19 giugno sono attesi a Biella anche i contendenti del Trofeo A112 Abarth Yokohama, del Memory Fornaca e della Michelin Historic Rally Cup. Confermata anche in questa edizione la messa in palio dei premi speciali “Trofeo Meme Gubernati” e il “Trofeo AC Biella”.

Nella giornata odierna è arrivato anche il benestare dal collaudo del percorso che prevede le tre prove speciali “Ronco”, “Baltigati” e “RomaninaDue” da ripetersi più volte, per un totale di otto e 94,94 chilometri cronometrati sui 234,17 totali del percorso, con partenza ed arrivo al Centro Commerciale “Gli Orsi”.

Andrea Zanovello



Sconto sulle iscrizioni al 10° Rally Lana Storico

Aperte da qualche giorno le iscrizioni alla decima edizione del Rally Lana Storico, per i concorrenti del rally arriva una buona notizia: gli organizzatori – Veglio 4x4 e BMT Eventi – hanno deciso di praticare uno sconto sulla tassa d’iscrizione al rally.

Dopo la forzata rinuncia dello scorso anno, la macchina organizzativa è ripartita con entusiasmo e per agevolare maggiormente i partecipanti al quarto appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, oltre a proporre la gara su una sola giornata, è stato appunto deliberato che essi possano usufruire di una riduzione della tassa d’iscrizione da un 5% per le classi “oltre 2000” fino ad un 15%, circa, per quelle inferiori ai 1300 centimetri cubici, rispetto a quanto previsto dal regolamento di settore per la fascia di chilometraggio nel quale rientra il Lana Storico.

Le iscrizioni al quarto appuntamento del CIR Auto Storiche, secondo per il T.R.Z., Trofeo A112 Abarth Yokohama e Memory Fornaca oltre che terzo della Michelin Historic Rally dovranno essere perfezionate entro le 18 di mercoledì 9 giugno e la fase successiva sarà quella della distribuzione del radar del percorso programmata presso l’Agorà Hotel di Biella dalle 9.30 alle 15 di sabato 12 giugno, giornata nella quale – dalle 10 alle 17 – saranno consentite le ricognizioni, da effettuarsi anche venerdì 18 dalle 9 alle 13.

Il pomeriggio del venerdì 18 giugno, dalle 13 alle 19, sarà dedicato alle operazioni di accreditamento e verifiche presso l’Hotel Agorà a Biella, sede anche di direzione gara, segreteria e sala stampa.

Andrea Zanovello



Iscrizioni aperte al 10° Rally Lana Storico

È scattato oggi il semaforo verde per le iscrizioni alla decima edizione del Rally Lana Storico, che si svolgerà venerdì 18 e sabato 19 giugno con la regia di Veglio 4x4 e BMT Eventi, in collaborazione con l'Automobile Club di Biella. Ci sarà tempo sino alle 18 di mercoledì 9 giugno per perfezionare l'adesione secondo quanto previsto dalle normative vigenti.

Quarto appuntamento del CIR Auto Storiche, il Lana storico sarà valevole anche per il T.R.Z. della prima Zona, per il Trofeo A112 Abarth Yokohama, oltre che per il Memory Fornaca e la Michelin Historic Rally Cup; validità di grande pregio anche per la gara di regolarità a media che ospiterà i prim'attori del Campionato Italiano e, a completare la proposta, la gara di regolarità sport per gli amanti dei pressostati.

Una volta chiuse le iscrizioni, la fase successiva sarà quella della distribuzione del radar del percorso programmata presso l'Agorà Hotel di Biella dalle 9.30 alle 15 di sabato 12 giugno, giornata nella quale – dalle 10 alle 17 – saranno consentite le ricognizioni, da effettuarsi anche venerdì 18 dalle 9 alle 13.

Il pomeriggio del venerdì 18 giugno, dalle 13 alle 19, sarà dedicato alle operazioni di verifica presso l'Hotel Agorà sede anche di direzione gara, segreteria e sala stampa.

Tre le prove speciali che i concorrenti andranno ad affrontare nella giornata di sabato 19: dopo la partenza alle 9 dal Centro Commerciale "Gli Orsi", un tris di tratti storici del Rally Lana darà la prima conformazione alla classifica: Ronco, Baltigati e RomaninaDue da ripetersi più volte per un totale di otto prove speciali e 94,94 chilometri cronometrati al termine dei quali i concorrenti torneranno a "Gli Orsi" per l'arrivo previsto alle 18.56 e, a seguire la cerimonia delle premiazioni.

Andrea Zanovello



Il 10° Rally Lana Storico il 18 e 19 giugno

Dopo aver segnato il passo nel 2020 a causa della pandemia, il Rally Lana Storico raggiunge la doppia cifra e si prepara a tornare a tempo pieno nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche del quale sarà il quarto degli otto appuntamenti. Rivista ampiamente nei tempi e nella configurazione, la manifestazione si svolgerà venerdì 18 e sabato 19 giugno sempre sotto la regia di Veglio 4x4 e BMT Eventi, in collaborazione con l'Automobile Club di Biella.

Quarto appuntamento del CIR Auto Storiche, il Lana storico sarà valevole anche per il T.R.Z. della prima Zona, per il Trofeo A112 Abarth Yokohama, oltre che per il Memory Fornaca e la Michelin Historic Rally Cup; validità di grande pregio anche per la gara di regolarità a media che ospiterà i prim'attori del Campionato Italiano e, a completare la proposta, la gara di regolarità sport per gli amanti dei pressostati.

Le iscrizioni resteranno aperte dalle 8 di mercoledì 19 maggio, sino alle 18 di mercoledì 9 giugno e saranno da perfezionare secondo le attuali normative in vigore.

Venerdì 18 giugno, dalle 13 alle 19, sarà la volta delle operazioni di verifica presso l'Hotel Agorà sede anche di direzione gara, segreteria e sala stampa; sabato 19 lo svolgimento della gara che per la prima volta si correrà su unica tappa. Tre i diversi tratti cronometrati che saranno ripetuti più volte ottenendo 94,940 chilometri di prove speciali sui 234,170 totali del percorso.

Partenza fissata alle ore 9 dal Centro Commerciale "Gli Orsi" che ospiterà anche due riordini ed altrettanti parchi assistenza, oltre all'arrivo della gara programmato alle 18.56 e la successiva cerimonia delle premiazioni.

Andrea Zanovello



Live

In evidenza

Main Sponsor

Si ricorda che in ottemperanza alle normative Anti Covid emanate da Aci Sport e dalle autorità, la manifestazione sarà a porte chiuse, non sarà pertanto prevista la presenza di pubblico.